Fatti&Storie

Intelligenza artificiale per comprendere il pensiero dei cani

Cani

L’intelligenza artificiale non può ancora tradurre in parole i pensieri dei cani. Però può già dirci molto sul loro punto di vista. Per capirlo meglio e per imparare. Lo afferma uno studio dell’Università di Washington e dell’Allen Institute for Artificial Intelligence. I ricercatori hanno equipaggiato un malamute con alcuni sensori e con una videocamera GoPro. E gli hanno fatto fare la solita vita da cani. Ne sono venuti fuori 380 brevi video e una discreta mole di dati. L’AI è riuscita a ricostruire come il cane individua un gioco, il proprio padrone o una superficie percorribile.  

Articoli Correlati
Fatti&Storie