Job

Due giovani talenti per le foto su cartone

WWWORKERS

Wwworkers è la community dei lavoratori della rete, dipendenti o imprenditori che operano con le nuove tecnologie e che si raccontano su wwworkers.it e su Metro.

Ci aspetta un deserto digitale. L'allarme risuona da alcuni anni per voce di uno dei più strenui ottimisti tecnologici, il guru americano Vint Cerf, uno dei padri di Internet ed evangelista per Google. «Convertiamo in digitale le nostre fotografie pensando che così le faremo durare più a lungo, ma in realtà potremmo sbagliarci. Il consiglio è di creare copie fisiche», ha dichiarato.
In soccorso di quanto dice lo stesso Cerf arriva una giovane coppia bresciana che cinque anni fa ha deciso di reinventarsi da zero un lavoro e in fondo la vita stessa. Così ha aperto Tonki, impresa che ripensa la stampa delle fotografie. Instagram era agli esordi e loro hanno scelto di andare controcorrente. «Abbiamo inventato un prodotto che non esisteva. E abbiamo puntato su qualcosa di nuovo, bello da vedere e che potesse suscitare emozioni E tutto questo è stato reso possibile grazie all’online», racconta Ruggero Frigoli, 31enne di Chiari, ventimila abitanti in provincia di Brescia, una laurea in Scienze di Internet all’Università di Bologna e una passione per le fotografie. Passione diventata impresa e condivisa sin da subito con la moglie Alessandra Remis, 29enne di Urago d’Oglio, quattromila anime sempre nel bresciano.
In realtà l’attività di famiglia è nata mentre si stava costruendo la famiglia stessa. «Alessandra viveva a Londra, io ero andato a trovarla per farle una sorpresa. Non avevo fatto a tempo a prenderle un regalo, così mi sono arrangiato con un pezzo di cartone e la nostra fotografia», ricorda Ruggero.
Oggi Tonki conta dieci dipendenti fissi più vari collaboratori in Italia e all'estero, tutti under 30. Nel bresciano ci sono l’headquarter con gli uffici e il capannone dove si procede alla stampa e alla spedizione.
Migliaia di ordini partono per ogni angolo del mondo, Giappone e Stati Uniti compresi.  E questo anche grazie alla presenza sui social. «Abbiamo inventato un’attività che non esisteva e abbiamo necessità di farci conoscere. Abbiamo una fanpage su Facebook ed è lì che ci raccontiamo».
Questi due giovani imprenditori digitali sono in parte artigiani e in parte designer. Certamente fotografi per passione. Tutto ruota attorno al cartone lavorato. Rigorosamente ecologico, perché non contiene gancetti, vetro o parti che non siano il cartone stesso. Ogni fotografia costa 9,90 euro. «D’altronde odiamo le cornici di argento», precisa Ruggero, che insieme a sua moglie aprirà in corso Garibaldi a Milano un temporary store dal 17 al 22 aprile, in occasione del Salone del Mobile.
«Noi amiamo stampare le fotografie. E stiamo registrando la tendenza al ritorno alla stampa. Forse dopo esserci ubriacati di digitale, stiamo tornando sui nostri passi».

GIAMPAOLO COLLETTI
@gpcolletti

 

Articoli Correlati
Job