Fatti&Storie

Al via il secondo giro delle consultazioni

Consultazioni 2018

ROMA Al via questa mattina la seconda tornata di consultazioni post elettorali al Quirinale. Si inizia alle 10 con la delegazione delle Autonomie, seguita alle 10.30 dal gruppo Misto e, alle 11.30, dall’esordio di Leu (che ha formato in deroga il gruppo alla Camera) nella cui delegazione sarà presente anche Pietro Grasso come capo della forza politica. Il pomeriggio, alle 16.30, il Pd. Un’ora dopo la delegazione unitaria del centrodestra (Fdi, Fi e Lega) che si vedrà poco prima per decidere la linea e della quale farà parte anche Silvio Berlusconi; infine, alle 18.30, chiude il M5S.

Accordo su Commissione

Intanto riparte solo dalle istituzioni il dialogo tra Luigi Di Maio e Matteo Salvini. Dopo il gelo degli ultimi giorni, i due leader sono tornati a sentirsi al telefono e hanno deciso una linea comune «con spirito di collaborazione per rendere operativo il Parlamento al più presto». Di Maio e Salvini, quindi, hanno concordato di votare oggi alla presidenza della Commissione speciale della Camera il deputato della Lega, Nicola Molteni. Sul resto, ovvero sul futuro governo, le posizioni restano distanti e questo potrebbe spingere il presidente Mattarella - dopo un secondo giro a vuoto delle consultazioni - a prendere in considerazioni altre ipotesi.

Scintille M5S-Fi

Intanto arriva l’affondo dell’ex deputato del M5S, Alessandro Di Battista, contro Berlusconi: «Il berlusconismo è il male assoluto. Lo deve far fuori la Lega che ancora ne è permeata, lo deve far fuori il Pd che si è lasciato contaminare irresponsabilmente». Una «invettiva ignobile», secondo i capigruppo di Fi di Camera e Senato, Gelmini e Bernini, che parlano di «odio irresponsabile».

METRO

Articoli Correlati
Fatti&Storie