Fatti&Storie

Nessun faccia a faccia tra Di Maio e Salvini

Consultazioni 2018

ROMA «Assolutamente nessun incontro e neanche una telefonata». Dal M5S assicurano che non ci sarà l’atteso e più volte annunciato faccia a faccia tra Luigi Di Maio e Matteo Salvini. Almeno non adesso, non prima del secondo round di consultazioni al Quirinale che si terranno domani e venerdì. Intanto nella Lega comincia sempre più a rafforzarsi l’idea di mandare avanti Di Maio. «Se vuole fare il premier e hai i numeri ci provi. Venga in Parlamento e trovi una maggioranza», spiegano alcuni deputati della Lega. Ieri c’è stata una riunione del gruppo del Carroccio per fare il punto sulle commissioni ma c’è preoccupazione per l’impasse. La situazione è bloccata, ha spiegato Giorgetti. Al momento il faccia a faccia tra Salvini e Di Maio non è in agenda, anche perchè quest’ultimo «continua a porre condizioni, veti e paletti». Intanto nella riunione dei parlamentari Pd al Nazareno i fedelissimi dell’ex premier hanno fatto muro a qualsiasi dialogo con Di Maio. Il convincimento dei renziani è che M5S e Lega troveranno comunque un accordo, che Di Maio e Salvini potrebbero fare i due vicepremier in un governo guidato da una “figura terza”.

METRO

Articoli Correlati
Fatti&Storie