Fatti&Storie

Maltrattamenti e insulti altra maestra agli arresti

Scuola

Monza Arresti domiciliari per un’insegnante 47enne di scuola materna ritenuta responsabile di maltrattamenti su minori. L’indagine, coordinata dalla Procura di Monza e condotta dai carabinieri di Varedo, era scattata dalla denuncia presentata dal dirigente di un istituto scolastico, al quale erano pervenute segnalazioni da genitori di bambini dai 4 ai 6 anni d’età con cui si lamentavano brutti episodi. Oltre cento quelli di prepotenza e maltrattamenti psicologici e fisici - schiaffoni, strattonamenti o costrizioni per stare fermi ore - sono stati documentati grazie alle intercettazioni. Ad un bimbo ha persino urlato: «Vai al cimitero».

Settimane di intercettazioni

 
I carabinieri hanno ricostruito il pesantissimo clima di «sottomissione e continua costrizione» che gravava sulla classe. La 47enne arrestata già tre anni fa aveva ricevuto una sospensione disciplinare per un litigio con una collega. «Si moltiplicano i casi di violenza svelati solo grazie alle intercettazioni disposte dalla magistratura - commenta il Codacons - questo dimostra come sia necessario installare telecamere di videosorveglianza in tutti gli asili e scuole elementari d’Italia, come previsto dal Ddl approvato alla Camera nel 2016 e scomparso nel nulla».

METRO

Articoli Correlati
Fatti&Storie