Style

Nella moda (e non solo) sboccia il “flower-boom”

Moda/Flowers-boom

ROMA Fiori. Come se non esistesse un domani. Forse anche per scongiurare queste ultime piogge che stanno tormentando l’Italia in questi giorni, sboccia la flower mania. Dalle passerelle di moda alla tavola passando per interior designers, i “flowersboomers” - così li ha definiti un monitoraggio condotto da Espresso Communicatin per Bigi Cravatte Milano su 30 testate internazionali dedicate a lifestyle, attualità e tendenze - sono ovunque. Questa primavera/estate non lascia scampo. Abiti, accessori, installazioni artistiche, elementi di design, food rivivono nel segno dei fiori. Colorati, stilizzati, dal gusto retrò o vintage, applicati o stampati, i fiori rappresentano il nuovo trend primaverile. 

A Parigi, durante la Haute Couture primavera/estate 2018, sulle passerelle hanno sfilato - come scrive Le Figaro - magici e insoliti fiori di stoffa giganti su mini abiti, cappotti e maschere firmati dai designers olandesi Viktor & Rolf. Ancora a Parigi, nel mercato floreale a l’Ile de la Cité, è stata presentata una linea di gioielli che la sua creatrice, Stephanie D’Heygere, ha voluto immaginare con corolle profumate. E, se i fiori sbocciano anche sui copricapo d’autore di Brooklin, Joshua Werber, gli chef stellati ne fanno fantasiosi creazioni culinarie.

Dal risotto con fiori essiccati di Cracco al pollo arrosto tra verdure miste e petali di fiori di Bottura, dalla pasta fresca ai fiori di Cannavacciuolo fino ai tortellini con ripieno di gerani di  Sebastianelli che prepara anche cartocci di fiori eduli pastellati. 

Infine, l’arredamento. Per 9 italiani su 10 la presenza di fiori in casa dona felicità a chi ci abita secondo una stima del Censis. Dati confermati da studi scientifici che hanno dimostrato come vivere a contatto con le piante migliori l’umore favorendo il benessere fisico e mentale. Immancabili quindi le tappezzerie e le carte da parati floreali che diventano così il  nuovo must have per un ambiente romantico e natural chic.

ANCHE LE CRAVATTE FIORISCONO CON BIGI
Blu, rosso e verde. Queste le tonalità su cui si sviluppa la palette dei colori per il brand Bigi Cravatte Milano che ha scelto di utilizzare pattern floreali originali e contrasti di nuances per le sue creazioni primavera/estate 2018.

Trionfano seta, lino e cotone accanto alle intramontabili garze e lane estive. Ma la vera novità è la garza in lino-seta per uno stile all’insegna del casual. 

«Oltre ai motivi geometrici e rigati - spiega Stefano Bigi, amministratore unico di Bigi Cravatte Milano - quest’anno fanno capolino le piccole fantasie floreali che si fondono ai colori dando vita a una sofisticata e ricercata collezione. Sfumature delicate e tipicamente primaverili accostate a tonalità vibranti e accese rappresentano l’optimum per un uomo classico ma dalla forte personalità».

PATRIZIA PERTUSO

Style
Oroscopo della settimana
Oroscopo della settimana
Oroscopo della settimana