Spettacoli

«Rebirth racconta la mia rinascita»

Wrongonyou

ROMA «Ogni titolo racconta una piccola storia che mi ha accompagnato lungo tutto l’anno passato: undici canzoni, sette delle quali rappresentano per me cambiamento e soprattutto rinascita. Le altro quattro invece rappresentano la mia nascita. Sono brani ai quali sono legato particolarmente perchè mi hanno accompagnato e hanno segnato momenti importanti per me e per la mia carriera». Queste le parole di Marco Zitelli, in arte Wrongonyou, per presentare Rebirth, il suo album d’esordio uscito pochi giorni fa, al centro del concerto che il cantautore romano classe 1990 terrà domani ore 21 al Parco della Musica.
Avvicinatosi alla musica folk grazie ad artisti come Bon Iver, Fleet Foxes, Justin Vernon Wrongonyou ha iniziato a farsi conoscere caricando brani di sua composizione su Soundcloud, che hanno attirato l’attenzione di un professore di Sound Technology all’università di Oxford e successivamente della Carosello Records, che nel 2016 ha pubblicato il suo primo ep The Mountain Man.

Il suo progetto neo-folk in lingua inglese è caratterizzato da un sound molto originale e insolito nel nostro panorama musicale e l’album arriva a coronamento di un lungo percorso che ha visto Wrongonyou esibirsi in tanti live fino a raggiungere i prestigiosi palchi del Primavera Sound e dell’Home Festival ed essere chiamato a scrivere la colonna sonora dell’ultimo film di Alessandro Gassman “Il Premio” (Info: 0680241281).

 

STEFANO MILIONI

Spettacoli