Spettacoli

Con Napoli al centro della ribalta

Compagnia Punta Corsara/Dammacco

MILANO Un caso assurdo e disturbante di una bambina scomparsa, ma che, in realtà, così dicono i genitori, partecipa a una sperimentazione didattica che la costringe a scuola in un tempo prolungato infinito. Questo racconterà, da stasera a domenica al Teatro Fontana, “Io, mia moglie e il miracolo”, un testo originale scritto da Gianni Vastarella, anche tra gli interpreti e regista dello spettacolo. A metterlo in scena è la giovane e pluripremiata compagnia teatrale napoletana Punta Corsara che, con Giuseppina Cervizzi, Christian Giroso, Gabriele Guerra, Valeria Pollice ed Emanuele Valenti sul palco, si confronterà con questa sorta di noir sostenuto da una macchina comica dove della città di Napoli rimane solo la cadenza, leggera ma indispensabile tra paradossi, omaggi al cinema americano e battute che ritornano più volte. Ma in scena si sentirà parlare anche di un uomo capace di far miracoli, riportando in vita le persone (Info: elsinor.net).

E a Napoli porta anche “La paranza dei bambini”, il testo scritto da Roberto Saviano e tratto dal suo terzo best seller e da Mario Gelardi, anche regista, che debutta, da stasera al 4 marzo, al Leonardo con i giovanissimi attori della compagnia del Nuovo Teatro Sanità. Sul palco la controversa ascesa di una tribù di adolescenti verso il denaro facile e il potere che sceglie il crimine, la violenza e la sopraffazione, pur sapendo che morirà per raggiungere quel modello ideale di esistenza (mtmteatro.it).

Spettacoli