Fatti&Storie

Quei ricatti sessuali per il posto di lavoro

molestie

Roma Poco meno di una donna su due fra i 14 e i 65 anni nel corso della vita ha subito qualche forma di molestia sessuale. Si tratta di 8 milioni 816 mila donne, pari al 43,6%. Una su sei sul luogo di lavoro. Ma il fenomeno riguarda anche 3,7 milioni di uomini. Come rivela l’Istat nel rapporto “Le molestie e i ricatti sessuali sul lavoro” relativo agli anni 2015/16, inoltre, si stima che siano 3 milioni 118mila le donne (15,4%) che le hanno subite negli ultimi tre anni, periodo in cui è capitato anche a 1 milione 274 mila uomini. Gli autori delle molestie a sfondo sessuale risultano in larga prevalenza uomini. Considerando le tipologie rilevate anche nell’indagine del 2008-2009, il fenomeno che riguarda le molestie alle donne risulta in sensibile diminuzione: si è passati da 3,8 milioni  a 2,6. Sono invece più diffuse le molestie attraverso il web. In generale la forma di molestia più diffusa è quella verbale. Il 5% della popolazione tra 14 e 65 anni, pari a 2 milioni di persone, si stima abbia subito atti sessuali contro la propria volontà quando era minorenne. 
Nel corso della vita 1 milione 173mila donne ha subito ricatti sessuali sul luogo di lavoro per essere assunte, per mantenere l'impiego o per ottenere progressioni nella carriera. Al momento dell’assunzione ne sono state colpite più frequentemente le donne impiegate (37,6%) o le lavoratrici nel settore del commercio e dei servizi (30,4%).

Articoli Correlati
Fatti&Storie