Spettacoli

Il diario di Mudimbi: "Anche mamma è felice"

#Sanremo2018/Mudimbi

SANREMO Buongiorno a tutti! Ieri è stato pazzesco salire ancora su quel palco, una figata (lo so, l’ho già detto, ma è proprio così!). Mi sono divertito molto -  mia mamma un po’ meno sicuramente e credo valga lo stesso per Orietta Berti… Quindi oggi mi tocca affrontare le telefonate con le due grandi donne della mia vita! È andata molto meglio della prima serata perché ero molto più rilassato.

Giovedì non ero nervoso, ma forse c’era un minimo di rabbia (quella buona, intendo, quella che ti dà la carica!) o di troppa energia nell’esibizione (probabilmente l’ho notato solo io…) mentre ieri ero proprio disteso, come se stessi cantando davanti al mio pubblico di sempre, come se fossi a un mio live.

Ai miei concerti non mi vesto in modo così impeccabile (a proposito, grazie Carlo Pignatelli e Fabio Finazzi), anzi. Il ritorno che ho avuto dal pubblico è stato molto positivo: ho visto gente battere le mani, muovere la testa a ritmo, persone che ridevano di gusto. Lì ho capito che, pur non essendo di fronte al mio solito target, avevo fatto breccia lo stesso, e non era scontato.

Ho ballato di brutto anche dietro le quinte, prima e dopo l’esibizione. Quando è stato annunciato il verdetto è stato come se non fosse cambiato niente perché nella mia testa ho già idee sul percorso che voglio fare e molte di queste rimangono uguali a prima.

Io al Festival ci sono finito un po’ per caso, un po’ per curiosità; non ho mai sostenuto di essere il tipico artista sanremese. Il vero test era quello sul palco, non tanto per la canzone ma per me, e sono molto soddisfatto di come è andata, perché mi sono proprio divertito!

Ecco, ho chiamato mia mamma: le è scesa un po’ la “carogna” ed è soddisfatta e felice. Il mio posto sul podio non è per niente  una sfiga e la mia reazione, e quella positiva di chi mi ha sostenuto, sono la prova che - come dice “Il Mago” - non servono magie, incantesimi o un primo posto per dire che “va tutto bene”. Basta solo prendere le cose per come sono, con ironia e con il sorriso, e se “la gente guarda male se non sei pieno di guai” bisogna rispondere che “il trucco è farla andare”. Quindi bevete il vostro bicchiere mezzo pieno finchè vi ubriacate, io “svanisco in un sorriso, come fa Il Mago”. Da Sanremo è (quasi) tutto, ciao!

MUDIMBI

Articoli Correlati
Spettacoli