Opinioni

Sanremo è Sanremo a suon di polemiche

#Sanremo2018

SANREMO. Non c’è niente da fare. Perché Sanremo è Sanremo. E alla fine tutti lo seguono. Alcuni (pochi, molto pochi) per i brani in gara, altri (molti) per criticarlo sui social, altri ancora (un bel po’) per non restare esclusi dall’ultima polemica di turno.

Stavolta è toccato al “caso Meta-Moro” con il loro brano presentato nella prima serata del Festival, poi sospeso, poi rimandato e, infine, riammesso. Manco fossimo a scuola. Da una parte il regolamento nelle vesti di preside, dall’altra “Non mi avete fatto niente” (strano il destino, eh?), il brano presentato dal duo d’artisti. La canzone era stata scritta da Ermal Meta, Fabrizio Moro e Andrea Febo.

Meta stesso spiega che «nasce da una lettera che un familiare di una delle vittime del Bataclan ha scritto e letto in mondovisione, e che si concludeva con “Non mi avete fatto niente”. Questo mi ha fatto prendere lo spunto, ma sono andato a prendere qualcosa che io stesso avevo scritto. Questa è la genesi e ci tenevo a spiegarla».

Il regolamento ravvede l’incompatibilità con la gara degli inediti e – puff – scoppia la bufera. Salvo poi tornare alla calma piatta. Come non detto. Ci eravamo sbagliati. Il brano può essere considerato in gara. Ci scusiamo, ma il preside è un po’ anziano….

Fuori una, ne arriva un’altra.

Stavolta i protagonisti sono Michelle Hunziker e Gabriele Muccino. Il regista era stato accusato di molestie dalla ex moglie e la presentatrice del Festival – anche rappresentante di “Doppia Difesa” contro la violenza sulle donne - lo incontra sul palco dell’Ariston. Tutto daccapo.

Polemiche infuocate su come si comporterà la bella Hunziker (ma anche su come fa ad avere un decolletè così “alto”), su cosa dirà e su come lo accoglierà.

«Non ha subito alcun processo. Non si può accusare una persona se non si ha la certezza che sia successo qualcosa», spiega Michelle.

A spegnere invece la querelle sulla bravura de Il Volo è lui, il “dittatore artistico” di Sanremo, Claudio Baglioni, con un laconico: «Sono cantanti veri e molto preparati. Poi possono piacere o non piacere». Vabbè. A questo punto non ci resta che seguire la puntata di questa sera, sperando che un’altra polemicuccia scappi fuori. Altrimenti, bisognerà attaccarsi al Claudio-faccio-tutto-io-che-manco-Pippo-faceva-così.

PATRIZIA PERTUSO

Articoli Correlati
Opinioni