Fatti&Storie

Gtt, il biglietto singolo più caro

TORINO TRASPORTI

TORINO Aumenterà il costo dei singoli biglietti di Gtt, ma il nuovo sistema permetterà agli acquirenti dei carnet multicorse di risparmiare. Azienda dei trasporti e Comuna hanno definito la rivisitazione delle tariffe che dovrebbe scattare a luglio e che ieri è stata presentata dai manager aziendali e dall’assessora ai trasporti Maria Lapietra alla sindaca Chiara Appendino.

Si va innanzitutto verso la fine dei biglietti di carta e delle obliteratrici meccaniche. Il biglietto della singola corsa salirà a 1,70 euro, valido sia per il territorio urbano sia quello extraurbano (in questo caso il costo resta invariato). Il giornaliero costerà tre euro, cioè meno del costo di due corse, anziché i cinque euro attuale. L’intenzione di Gtt e della giunta Appendino è quella di rendere più conveniente l’acquisto di più biglietti, far sì che sempre più persone utilizzino il trasporto pubblico e combattere l’evasione. Per riuscirci Gtt diffonderà una tessera magnetica che potrà essere caricata di biglietti digitali: al costo dell’attuale carnet da 15 corse, 17,50 euro, si potranno avere sette giornalieri. Per gli abbonamenti, da Gtt si apprende che le tariffe per studenti e anziani rimarranno invariate e sono previsti sconti per chi ha redditi più bassi. Negli altri casi, invece, il costo verrà adeguato ai redditi.

ANDREA GIAMBARTOLOMEI

Articoli Correlati
Fatti&Storie