Fatti&Storie

A Torino si moltiplica il bike sharing

TORINO CICLABILE

TORINO Sei società di “bike sharing free floating”, le bici a noleggio che si parcheggiano liberamente, hanno manifestato a Palazzo Civico il loro interesse nell’avviare il servizio coordinato con la città.

Tre di queste, Gobee.Bike, Obike e Mobike, hanno già cominciato a novembre, mentre altre tre si sono fatte avanti. Forse già la prossima settimana l’assessore ai Trasporti Maria Lapietra ufficializzerà la sperimentazione del “patto” tra operatori e amministrazione, che vuole incentivare i trasporti ecologici e disciplinare il servizio.

Le società potranno immettere fino a 5.000 bici ciascuna e dovranno spendere l’equivalente di 20 euro per ogni mezzo per realizzare piccoli interventi, come l’installazione di rastrelliere o lavori sulle piste. Dovranno anche trovare un modo per evitare che le bici siano lasciate nelle aree di pregio. Per il Comune, questo non danneggerà To-Bike, che conta 21.000 abbonati, 165 stazioni e vuole arrivare a 193 stazioni e 1.800 biciclette entro la fine del 2018. Intanto, col progetto europeo “Handshake”, alcuni tecnici della Città potranno imparare dai colleghi di Monaco di Baviera, Amsterdam e Copenhagen le migliori pratiche per la viabilità ciclabile.

ANDREA GIAMBARTOLOMEI

Articoli Correlati
Fatti&Storie