Fatti&Storie

Italia penultima in Europa per le ore lavorate

Lavoro

ROMA L’Italia si piazza al penultimo posto in Europa davanti solo alla Danimarca - seppure con una forte discrepanza tra il settore pubblico e quello privato - nella classifica Eurostat delle ore settimanali lavorate. Gli italiani, infatti, lavorano in media 38,8 ore la settimana, ovvero un’ora e mezza in meno rispetto al dato a livello europeo. Il “premio Stakanov” se lo aggiudicano con 42,3 ore settimanali gli inglesi, che però sono sulla strada della Brexit. Sul dato italiano ha un effetto determinante l’orario di lavoro del pubblico impiego, indicato tassativamente per contratto a 36 ore, oltre al settore dell’educazione.

Fabbriche più attive

I nostri lavoratori dell’industria, con 40,5 ore settimanali, sono infatti perfettamente allineati con la media europea (40,4) e risultano presenti in fabbrica persino più dei loro colleghi tedeschi (39,8). Il discorso cambia se si prende in considerazione il comparto della Pubblica amministrazione. Qui l’Italia si trasforma in Cenerentola, risultando il Paese dove si lavorano in media meno ore la settimana (37,2 contro le 39,6 Ue). A frenare è soprattutto il settore dell’educazione con 28,9 ore lavorate a settimana contro le 38,1 Ue. Quanto agli autonomi, in Italia lavorano in media 45,8 ore la settimana, a fronte delle 47,4 ore medie nella Ue.

METRO

Articoli Correlati
Fatti&Storie