Meteo
 


Fatti&Storie

Olio di palma, Ue abbassa l’allerta sulla nocività

ALIMENTI

PARMA L’Ue ridimensiona la pericolosità dell’olio di palma. Gli esperti dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare hanno applicato un «approccio scientifico aggiornato» per valutare gli effetti nocivi a lungo termine su reni e fertilità maschile del contaminante 3-MCPD, che si forma ad alte temperature nel processo di raffinazione dell’olio di palma e di altri oli vegetali. I livelli di consumo di 3-MCPD tramite gli alimenti, scrive l’Efsa, «sono considerati privi di rischi per la maggior parte dei consumatori». C’è un «potenziale problema di salute per i forti consumatori delle fasce di età più giovane» e per i neonati nutriti solo con latte artificiale.

METRO

Articoli Correlati
Fatti&Storie