Spettacoli

Voodoo Lounge sonorità dall'Africa

Alsarah & The Nubatones

ROMA  Musica africana fra tradizione e modernità nella prima edizione di “Voodoo Lounge” in programma da domenica al Largo Venue (via Biordo Michelotti). Promossa da Mauro Zanda e Ant De Oto, produttori culturali con una grande passione per le sonorità afro/world, la rassegna intende mettere a fuoco negli appuntamenti che si articoleranno nei prossimi mesi il forte connubio che c’è fra gli strumenti tradizionali della cultura africana e le nuove tendenze nel campo della musica elettronica.

A inaugurare saranno domenica alle 21,30 Alsarah & The Nubatones, band di origini sudanesi di stanza a New York. Nata a Khartoum, Alsarah è una cantautrice carismatica e indipendente e appartiene a una generazione di artisti capaci di intraprendere con coraggio sentieri ancora non battuti. Protagonista del secondo appuntamento sarà invece Ibaaku, geniale producer e polistrumentista che sul palco di Largo Venue salirà giovedì 1 febbraio.
Nella stessa serata si esibirà anche Mop Mop, vale a dire Andrea Benini, polistrumentista italiano da anni residente a Berlino che in passato ha collaborato con Fred Wesley, leggendario trombonista di James Brown.

 

STEFANO MILIONI

Spettacoli