Fatti&Storie

Fontana è il candidato Berlusconi ha deciso

Lombardia

REGIONE «Abbiamo da incontrarci ancora con Salvini, ma vedo che Fontana ha dei sondaggi che depongono molto bene per noi, è stimato, è conosciuto, è affidabile e può dare alla Lombardia un buon governo per i prossimi 5 anni». Le parole pronunciate a Radio Anch’io da Silvio Berlusconi equivalgono a un “via libera”. Sarà dunque Attilio Fontana, il leghista ex sindaco di Varese, a candidarsi a presidente per la prossime regionali del 4 marzo al posto di Roberto Maroni. Fontana, che oggi alle 15, alle Stelline in corso Magenta, si presenterà in conferenza stampa assieme a Maria Stella Gelmini, sua “concorrente”, ieri ha ricevuto il placet berlusconiano proprio mentre era al Pirellone per incontrare assessori e consiglieri e lo stesso Maroni. «Sono molto contento», ha esultato, «si comincia a lavorare seriamente». Si è concesso una battuta all’indirizzo dello sfidante Gori, che i sondaggi danno indietro: «Se il suo slogan è “Fare meglio”, vuol dire che fino ad ora il centrodestra ha governato bene...».
Circa il centro-sinistra, piccolo “giallo”. L’assemblea di Liberi e Uguali che, ieri sera, avrebbe dovuto ufficializzare la candidatura di Onorio Rosati, è slittata a domani, a Cinisello. Segno di un riavvicinamento al Pd, che chiede una candidatura unitaria? Rosati taglia corto: «Non abbiamo un confronto aperto col Pd in tal senso».

METRO

Articoli Correlati
Fatti&Storie