Fatti&Storie

10 mila euro di multa per i post sui minori

Social network

Roma È sempre caldo il tema dei minori su facebook e di loro dati e immagini postati dai genitori. Vanno cancellati dai social network «immagini, informazioni e ogni dato relativo» a un minore quando sono pubblicati dai genitori senza il suo consenso e soprattutto quando sono lesivi della sua reputazione. E se i genitori non procedono alla cancellazione dei vari post incappano nel pagamento di una somma di denaro. Lo ha deciso il giudice Monica Velletti della prima sezione del tribunale civile di Roma che ha accolto la richiesta avanzata dal tutore di un 16enne e ha imposto alla madre il divieto di diffondere sui social «notizie, dati, immagini e video» del figlio sanzionandola a livello pecuniario (10 mila euro) in caso di inottemperanza a un ordine di rimozione di successivi post. Una relazione materna, si legge nel provvedimento, già compromessa da tempo e che va ad inserirsi in una situazione di conflittualità che accomuna i genitori alle prese con una difficile separazione e con la pratica di divorzio in corso. Nella relazione redatta da uno psicoterapeuta viene riportato che la madre continuerebbe a riportare i particolari della storia familiare su social network (paragonandolo il figlio, secondo quanto dallo stesso riferito, al ragazzo che ha ucciso la fidanzata e riferendosi allo stesso come «ad un malato mentale»), lamentando l’ampia diffusione di tali notizie tra i coetanei».  La madre avrebbe inserito fotografie del minore  diffondendo sui media dettagli delle controversie giudiziarie.

Articoli Correlati
Fatti&Storie