Sport

Bebe Vio, adesso patente e Università

Scherma

SPORT Che sia in pedana o fuori, Bebe Vio non smette di stupire. «Non penso di essermi montata la testa. Ora mi fermo, ho preso casa a Roma e inizio l’Università. E poi devo prendere la patente». La patente, sì, avete capito bene: e per una abituata da sempre a superare il concetto di impossibile non sarà cosa difficile. Dopo aver vinto il titolo mondiale (individuale e a squadre) nel fioretto, sono questi gli obiettivi immediati della campionessa paralimpica di scherma. »Stiamo lavorando come squadra tutti insieme - ha poi aggiunto alla cerimonia di consegna dei Collari d’Oro al Foro Italico - Con tutti gli ultimi ritiri fatti i risultati sono arrivati e sono stati pazzeschi, non era mai successo così tanti titoli mondiali a squadre».

Articoli Correlati
Sport