Spettacoli

Star Wars, stavolta il “buio” avvolge Skywalker

Cinema/Star Wars

ROMA Luke Skywalker come non lo avete mai visto. Il bambino biondo di un tempo, emblema  di “Star Wars”, quello che abbiamo visto l’ultima volta incappucciato su una rupe in mezzo al nulla, in attesa di ricevere  la  spada laser dei cavalieri Jedi, torna in questo “Star Wars. Gli ultimi Jedi” by Rian Johnson (da oggi in sala con Mark Hamill affiancato tra gli altri da Carrie Fisher, Adam Driver, Daisy Ridley, John Boyega, Oscar Isaac, Andy Serkis, Benicio Del Toro e Laura Dern) e promette di sorprenderci. 

Come dice il suo mitico interprete Mark Hamill: «Lo Jedi portatore di luce e di speranza della saga è cambiato e  vedrete un Luke lontanissimo dal giovane Jedi pieno di speranza. Il ché non significa che lui sia passato al Lato Oscuro, ma di certo è cambiato in un modo che io mai mi sarei aspettato». 

Insomma, tutto un altro personaggio cui l'attore racconta di essersi avvicinato  «immaginando, cioè creandomi da solo, dei retroscena drammatici che colmassero il vuoto degli anni in cui gli spettatori nulla hanno saputo di lui. Era necessario per me e ho lavorato molto per poter rendere credibile la svolta drammatica che il regista voleva e che io, solo strada facendo, ho accettato». 

Quindi i fan si preparino per bene: il “buio” stavolta  avvolgerà anche il solare Luke che ha commesso errori da cui non si può  tornare indietro e nulla sarà più come prima.

SILVIA DI PAOLA

 

Spettacoli