Sport

Tottenham e Shakhtar passate ai raggi x

Champions League

CALCIO Tottenham, istruzioni per l'uso. La prima cosa da non fare è guardare la classifica attuale della Premier League (gli Spurs sono attualmente sesti a -18 dalla vetta e vengono da una serie assurda di sconfitte e pareggi che hanno fatto storcere il naso a tutti i commentatori d'oltremanica. Fin qui il Tottenham ha già incassato 4 sconfitte contro Chelsea, Manchester United, Arsenal e Leicester). Questo Tottenham è una squadra da rispettare. Certo è meglio che un viaggio a Manchester, sponda City o United non importa, ma è comunque una squadra da prendere con le molle, come dimostra il girone di Champions passato da prima della classe con 5 vittorie su 6, il Real costretto al secondo posto ed il Borussia Dortmund messo subito fuori dai giochi. La squadra di Pochettino può contare su uno dei migliori centravanti del mondo, Harry Kane, ed è una squadra organizzata che negli ultimi anni ha cambiato poco. In questa stagione Pochettino ha ruotato due moduli, schierando la sua squadra o con una difesa a tre e due uomini dietro l'unica punta Kane o col 4-2-3-1. Le stelle della squadra sono sicuramente tra centrocampo e attacco dove troviamo il promettente Dele Alli, il talentuoso Eriksen e il bomber Kane, grande pericolo per la retroguardia bianconera. Nella rosa c'è anche l'ex bianconero Fernando Llorente.

Lo Shakhtar, pericolo brasiliano
Totti lo ha detto subito: «è una squadra forte». E del resto per ulteriori informazioni potremmo chiedere anche al Napoli che, proprio con la sconfitta in Ucraina, ha compromesso il proprio passaggio agli ottavi. La squadra di Di Francesco giocherà l'andata a Kharkiv (mercoledì 21 febbraio, ritorno martedì 13 marzo all'Olimpico), dove lo Shakhtar ne ha vinte tre su tre nel girone, battendo Napoli, Feyenoord e Manchester City. Quale è il prunto di forza di questa squadra? Vediamo.
Il tecnico Paulo Fonseca (ricordate? Quello che si è presentato in conferenza stampa vestito da Zorro) usa un 4-2-3-1 abbastanza equilibrato ed è riuscito a dare nuova linfa a calciatori appannati. Il vero punto di forza del club è rappresentato dalla folta colonia sudamericana. Bernard, Facundo Ferreyra, Marlos e Taison sono stati dei protagonisti importanti del miracolo Shakhtar. Ma gli ucraini hanno anche un altro punto di forza: primi in campionato con quattro punti di vantaggio sulla Dinamo Kiev, i giocatori dello Shakhtar arriveranno agli ottavi dopo la lunga sosta della Preimer League, che si fermerà dal 10 dicembre al 17 febbraio. In pratica riposeranno due mesi: quelli che la Roma impegnerà per lo sprint in campionato.

A.B.

Articoli Correlati
Sport