Fatti&Storie

«Questa linea è un vero incubo»

Torino/Trasporti

INTERVISTA Ritardi, treni cancellati, carrozze chiuse. Da un anno i pendolari della Sfm1, la linea tra Torino e Pont Canavese, tra le dieci linee peggiori d’Italia, pagano per un servizio scadente. Marco Appendino, 38 anni, informatico di Chieri e pendolare verso Torino, è ha creato il gruppo Facebook che raccoglie le segnalazioni sui disagi.

Appendino, è sempre stato così?
Sei anni fa, quando ho cominciato a fare il pendolare, c’era un treno all’ora e la linea arrivava a Torino Lingotto. Due anni fa hanno cambiato, c’erano treni ogni mezzora e i ritardi erano poco.

Quando è peggiorata la situazione?
Dopo il disastro ferroviario in Puglia: certi tratti della linea dovevano essere adeguati, ma senza soldi per i lavori hanno dovuto rallentare i treni. Dopo le ferie la situazione è peggiorata ancora, forse perché a Gtt (che gestisce la linea, ndr) mancano i soldi della manutenzione: i vagoni sono vecchi, molti treni vengono cancellati, le carrozze restano chiuse, i bagni bloccati e spesso intasati.

Come avete reagito?
Su Facebook raccogliamo informazioni. Poi ho lanciato una raccolta di firme: volevo raccoglierne 100, sono arrivato a 500. Domani le consegneremo al sindaco e all’assessore ai trasporti di Chieri.

Cosa chiedete?
Chiediamo ai sindaci dell’area e alla Regione di parlare tra di loro e diventare i nostri portavoce con l’azienda. ANDREA GIAMBARTOLOMEI

 

LA PEGGIORE E' LA TORINO-PONT CANAVESE
È la seconda peggior linea del Nord Italia, settima a livello nazionale nella classifica di Legambiente. La linea Sfm1 Torino-Pont Canavese è la più contestata dai suoi utenti. Alcuni treni con 30 anni di attività devono percorrere i 40 km di linea a velocità ridotta perché la linea è inadeguata e così accumulano ritardi costanti. A volte le carrozze restano chiuse o bloccate, obbligando i passeggeri a viaggiare in piedi o a cambiare treni. A Rivarolo chi continua per Pont deve prendere un autobus. Restano fuori dalla classifica altre linee, come la Sfm4 tra Torino e Alba: «Spesso parte in ritardo dal capoluogo per dare la precedenza ai Frecciarossa - spiega Antonio, un pendolare -. Poi rallenta o si ferma per via di passaggi a livello non funzionanti». A.G.

 

Articoli Correlati
Fatti&Storie