Fatti&Storie

Il meteo "grazia" i diesel Euro 3 e 4

TORINO AMBIENTE

TORINO Stop ai blocchi, via libera alle auto. Il vento ha fatto calare i valori di Polveri sottili sotto la soglia d’allarme, la neve ha fatto il resto.

Così Palazzo Civico ha deciso di annullare il livello “arancio” attivato sabato sulla base dei livelli di polveri sottili che nei quattro giorni precedenti ha superato i limiti. Oggi potranno tornare a circolare i diesel con una classe emissiva superiore all’Euro2. Il livello di allerta è “zero”, ragione per cui verranno fermati soltanto i veicoli più inquinanti e vecchi. Già sabato la presenza delle micro-polveri nell’aria di Torino era scesa molto sotto i valori limite indicati dall’Unione europea (50 microgrammi per metro cubo) e le previsioni per le giornate di ieri e di oggi non hanno registrato rialzi, anche a causa dell’imminente nevicata. Siccome il protocollo delle regioni padane prevede l’interruzione dei blocchi con tre giorni di bassi livelli di Pm10, allora si può sospendere lo stop alla circolazione dei diesel sopra gli Euro2.

Sos maltempo
Altre previsioni, quelle del meteo, annunciavano l’arrivo della neve in città. Già ieri forti nevicate hanno coperto i monti dalla Valle d’Aosta fino alle Alpi del Cuneese e le montagne olimpiche, costringendo molti turisti ad anticipare la fine del ponte. Nel capoluogo si prevedono fino a cinque centimetri di neve e per il momento il Comune non ha preso provvedimenti come la chiusura preventiva delle scuole o l’apertura della Ztl.

Pronti gli spargisale
L’amministrazione ha comunque diramato l’allerta meteo all’Amiat, che per fronteggiare la probabile emergenza metterà in strada 380 spartineve, 39 mezzi spargisale e 1100 spalatori. Secondo l’Arpa, già dal pomeriggio di oggi su tutta la regione le temperature potrebbero tornare a salire e la neve lascerà spazio alla pioggia fino a domani.

ANDREA GIAMBARTOLOMEI

Articoli Correlati
Fatti&Storie