Sport

La Vecchia Signora c'è e avanza in Coppa

Champions

CALCIO Non c’erano molti dubbi, ma le partite vanno sempre giocate. E quindi: la Juventus, vincendo 2-0 ad Atene contro l’Olympiacos, si è qualificata per gli ottavi di Champions senza quindi chiedere alcun favore al Barcellona. Non che i greci rappresentassero chissà quale ostacolo, però giocare da quelle parti non è mai facile e quest’anno la Signora non è sempre stata irreprensibile lontano dallo Stadium. Invece, missione compiuta pur in mezzo a qualche arrabbiatura di troppo da parte di Allegri: un gol di Cuadrado a inizio gara ha indirizzato il match, poi controllato con qualche patimento prima del gran gol nel finale da parte di Bernardeschi. Szczesny non è insomma rimasto a guardare, anzi: sul finire del primo tempo è stato per esempio splendido nel dire di no con il piede sinistro a un colpo di testa di Djurdjevic, mentre a una decina di minuti dal termine solo la traversa l’ha salvato sul colpo di testa di Ben Nabouhane. Serata insomma dal sapore agrodolce: da un lato la soddisfazione per il passaggio del turno e per avere mantenuto di nuovo la porta inviolata, dall’altro la consapevolezza di avere faticato più del dovuto per non farsi raggiungere da una squadra che era già fuori da tutto. Qualche passo indietro rispetto a Napoli c’è stato, ecco. Però la macchina ha ripreso a macinare punti, Bernardeschi si è  tolto la maschera del ragazzo timido e adesso va recuperato Dybala. Anche ieri la Joya non ha inciso e ha anzi avuto un atteggiamento a tratti indisponente: coraggio, ragazzo, perché i problemi della vita sono altri.

DOMENICO LATAGLIATA

Articoli Correlati
Sport