Sport

Di Francesco esorta i suoi col Qarabag sarà dura

Champions

CALCIO«È una partita che va aggredita dall’inizio, con la nostra mentalità. Cercheremo di non far respirare il Qarabag. Voglio una partenza determinata, così i rischi saranno di meno». Così l’allenatore della Roma Eusebio Di Francesco alla vigilia del match di Champions  contro gli azeri  (diretta  alle 20,45 in chiaro su Canale 5 ), decisivo per la qualificazione agli ottavi. «Il Qarabag ha fatto molto bene in trasferta, non sono la squadra della prima gara contro il Chelsea -sottolinea il tecnico giallorosso in conferenza stampa-. Noi sappiamo che se giochiamo al massimo possiamo prevalere, la qualificazione dipende da noi. La squadra è cresciuta tanto rispetto al match dell’andata, la vittoria di Baku è stata un pò sottovalutata, ci ha dato consapevolezza. La squadra sta assimilando il mio credo».  Tornano a disposizione Perotti e Nainggolan assenti con la Spal: «Saranno entrambi convocati e a disposizione. Ne siamo molto felici. Stiamo valutando Kolarov, ma quasi sicuramente anche lui sarà della partita».   «Facciamo gli scongiuri, ma i primi 6 mesi di mister Di Francesco sono i migliori dei primi 6 mesi di ogni allenatore della Roma». Così un determinatissimo Daniele De Rossi che torna pure a parlare di Luciano Spalletti: «Avevo ragione, era complicato sostituire Spalletti ma non impossibile. In quei giorni si parlava di lui e passava come uno sprovveduto, uno che aveva fatto danni. Qualche casino l’ha fatto, c’è stato un clima particolare con Francesco e ne abbiamo risentito. Ma questo oramai è  il passato, ora pensiamo alla Champions, a passare il turno».

C.CR.

Articoli Correlati
Sport