Sport

L’Inter vola ma sabato c’è la prova del 9

Calcio

CALCIO «Questa è la mia prima tripletta, ringrazio tutti i miei compagni, ma sono importanti le vittorie e i tre punti, sempre». Così Ivan Perisic, attaccante dell’Inter dopo la vittoria contro il Chievo.

«Come ha detto il mister, tutte le partite sono importanti e dobbiamo giocare sempre come oggi (ieri ndr). Non è sempre facile, ma oggi abbiamo fatto davvero una bella partita», ha aggiunto. Ecco come si arriva alla sfida con la Juventus.

«Siamo primi in classifica e adesso giochiamo questo derby d’Italia e penso che l’Inter deve giocare sempre per vincere e andiamo a Torino per batterli», tuona Perisic. Nella crescita del croato c’è anche la mano di Spalletti. «Sicuro, l’allenatore è sempre importante. Abbiamo visto che quest’anno Spalletti ha cambiato tante cose, siamo sulla buona strada e dobbiamo continuare così», ha concluso.

«La polemica con Sarri? Io non tiro frecciate a nessuno, ho rispetto di tutti, soprattutto di Sarri. Noi, se riusciamo a intrufolarci in questa classifica vuol dire che stiamo lavorando in maniera seria, poi anche io devo metterci qualcosa perché l’allenatore è un lavoro importante. Devo assumermi molte responsabilità».

Luciano Spalletti è un fiume in piena dopo la vittoria contro il Chievo. «La prestazione di Ranocchia e Joao Mario? Io faccio la formazione scegliendo, non la faccio bocciando. Siete voi che vedete le bocciature - ha aggiunto - io non boccio nessuno facendo la formazione. Chi gioca vuol dire che è più forte di quelli che stanno fuori. La crescita di Santon? È un giocatore che conoscevamo, nel bene e nel male. Ha grandissima qualità e fa sempre grandi scelte. Sa fare benissimo tutte e due le fasi ed è tornato grande».

COSIMO CROCE

Articoli Correlati
Sport