Sport

Allegri: «A Napoli test per la gara di coppa»

Calcio

CALCIO Con il sorriso, Max Allegri. E una certa dose di spirito. Che non fa mai male, anche se nel corso dell’allenamento di ieri si sono fermati pure Mandzukic (polpaccio) e Howedes (coscia destra). L’impressione però è che il tecnico livornese si diverta a punzecchiare Sarri e il Napoli. La classifica parla, Hamsik e compagni sono davanti a tutti e allora diventa logico dare a loro la patente dei favoriti. Per lo scudetto, mica solo stasera. Dopo di che, vada come vada pure perché per la Signora «La partita che vale un primo pezzo di stagione è quella di martedì in casa dell’Olympiacos: lì, avremo l’obbligo di fare bene». Allegri. E il Napoli, allora? «Sarà un buon test. Siamo di fronte a un passaggio importante del campionato, ma non decisivo. La patente di bel gioco che li accompagna? Conta solo chi arriva primo». Nessun fastidio, anzi. «Il Napoli propone un bellissimo calcio. E ha imparato velocemente la fase difensiva, che è sempre stata la forza di Sarri fin dai tempi della Sangiovannese. Poi ora han trovato quel giochino sulla sinistra: sono bravi a farlo, c’è poco da dire». E le lamentele di Sarri? «Non ci sto più dietro: una volta il campo, una volta il calendario, una volta la Champions. Secondo me è una strategia per mandarmi in confusione. A me comunque piace giocare ogni tre giorni». Detto questo, Higuain è stato convocato ma difficilmente partirà titolare. E, con Mandzukic ai box, l’ipotesi più plausibile preveden Dybala come falso nove, con Cuadrado e Douglas Costa dalle sue parti. Se poi qualcuno (scontento) ha sbagliato toni e atteggiamenti nei giorni scorsi, Allegri smentisce tutto: «Litigi furibondi in spogliatoio? Speravo si fossero picchiati, perché ogni tanto un po’ di casino serve. Invece non è successo nulla: auguriamoci accada tra un po’».

DOMENICO LATAGLIATA

Articoli Correlati
Sport