Sport

Atletico Madrid-Roma 2-0 Giallorossi, tutto rimandato

Champions League

CALCIO Una buona Roma crolla 2-0 nel finale a Madrid e rimanda la qualificazione. La Roma ha fatto quello che la maggior parte delle squadre europee non avrebbe fatto di fronte ai maestri del contropiede e del pressing: andare ad attaccare, provare a sfondare soprattutto sulla catena di sinistra (con il combinato Kolarov-Perotti) ed a tenere alta la linea difensiva. Un rischio, certo, ma questo è l’imprinting che il tecnico abruzzese ha voluto dare alla sua squadra indipendentemente dall’avversario. Il primo tempo è stato avaro di emozioni, (una rete annullata ai madrileni per fallo di mano, una occasione di Gerson e poco più), con la Roma impegnata ad intasare con il pressing la via della porta agli spagnoli.  Altra notazione: c’è stato turnover nei giallorossi, ma senza pensare alla prossima  contro Genoa. Sono infatti sì entrati dal primo minuto Gonalons, Pellegrini e Gerson (l’altro innesto è stato Bruno Peres per Florenzi) ma Di Francesco ha mantenuto in campo Nainggolan e Fazio ( indiziati per un turno di riposo dalla stampa spagnola) ed ha invece presentato una squadra capace di una grande intensità. La svolta della partita arriva nel secondo tempo, quando Simeone (che si è sgolato per chiedere ai suoi di muoversi per aprire le linee della Roma) butta dentro Correira: l’Atletico guadagna in intensità e fantasia. E da lui arriva il gol del vantaggio: azione magica e Griezman che va a prendere la palla in cielo in rovesciata. È 1-0. La Roma crolla fisicamente, e perde anche Bruno Peres (espulso). Il 2-0 è dietro l’angolo e porta la firma di Gameiro. Nulla è però perso per la squadra Di Francesco: basterà  battere il Qarabag il 5 dicembre (quando l’Atletico dovrà vincere a Londra).

Articoli Correlati
Sport