Libri

«Prostrarsi alla ricchezza porta all'autodistruzione»

Libri/Redondo

ROMANZI Manuel, scrittore di successo dedito alla stesura del prossimo bestseller, è sposato con Alvaro. La sua vita cambia quando il corpo senza vita del marito viene ritrovato al volante della sua auto, tra paesaggi scoscesi della Galizia, e di conseguenza scoprirà i segreti che stanno dietro la ricca e arrogante famiglia d’origine del marito. Ricco di atmosfera, "Tutto questo ti darò" di Dolores Redondo (Dea Planeta, p. 578, euro 16,50) è un thriller psicologico, vincitore del premio Planeta che indaga sulle dinamiche del cuore e quelle – spesso malate – della nostra società.

Che coppia sono Alvaro e Manuel?
Sono una coppia che non si è mai rivelata del tutto. Manuel, molto colto, metrosexual,  scopre che negli ultimi tre anni suo marito ha condotto una doppia vita e che ha nascosto a Manuel la sua famiglia così come alla sua famiglia ha nascosto di essere sposato con un uomo.

Quanto l’ambiente galiziano influenza quello che accade?
Il paesaggio è di grande importanza nei miei romanzi. Soprattutto in questo caso si tratta di una famiglia che possiede una grande proprietà terriera in un ambiente piccolo che dà loro ancora tanti previlegi.

Un prete aiuta Manuel assieme al detective nella ricerca della verità. Che rapporto c’è tra sesso e la fede in un paese come la Spagna di oggi?
Padre Lucas è un sacerdote comprensivo nei confronti dell’essere umano. Svolge una missione importante perché i credenti non fuggano tutti dalla chiesa.

Il titolo è lo stesso, sia in italiano che in spagnolo. A cosa fa riferimento?   
E’ il passaggio del Vangelo di San Matteo in cui il demonio offre a Gesù tutte le ricchezze del mondo purchè si inchini davanti a lui. Questo è anche il senso del romanzo: parlare di coloro che decidono di prostrarsi davanti al demone dell’avidità per poi ne restarne schiavi, al contrario di quelli che mantengono una posizione ferma e alla fine non si autodistruggono.

ANTONELLA FIORI

Libri