Fatti&Storie

Troppe polveri sottili Torna il blocco delle auto

Milano

AMBIENTE Lo smog non molla. Le centraline dell’Arpa, ieri, hanno registrato per il 4° giorno di fila il superamento del limite dei 50 microgrammi/m³ delle polveri sottili nell’area metropolitana. Quindi, da oggi (lo stesso giorno dell’agitazione, 8-22, dei taxi...), a Milano e nei Comuni di Fascia 1 e 2, scatta il blocco delle auto più inquinanti, come previsto dall’accordo padano del 9 giugno. Tutti i giorni, festivi compresi, dalle 8.30 alle 18.30, sarà vietata la circolazione ai veicoli privati a gasolio fino agli Euro 4 (con o senza FAP). Vietati anche, 8.30-12.30, i veicoli merci fino a Euro 3. Tutte misure attive fino a quando le centraline Arpa non registreranno per 48 ore livelli di concentrazione di Pm10 inferiori ai 50 µg. Ma il meteo, purtroppo, non promette bene.

Greenpeace davanti alle scuole
Sempre ieri, sono giunti i dati di biossido di azoto (NO2, prodotto dai diesel) rilevati da Greenpeace davanti a dieci scuole dell’infanzia e primarie milanesi (dunque lontano dalle postazioni fisse Arpa) all’ora della prima campanella: le concentrazioni sono regolarmente superiori ai 40 microgrammi/m³ raccomandati dall’OMS. Per Andrea Boraschi, dell’associazione ambientalista, «la scelta delle scuole è dovuta al fatto che i più piccoli sono i più esposti». E Greenpeace è stata convocata dal Comune.

SERGIO RIZZA

Articoli Correlati
Fatti&Storie