Fatti&Storie

"Procura coraggiosa per l'arresto di Spada"

Ostia al voto

ROMA La partecipazione al voto, al ballottaggio di domenica prossima per il X Municipio, «è la risposta più forte» che si possa dare da parte della comunità a quanto accaduto a Ostia nei giorni scorsi ma anche al clima di intimidazione e infiltrazione criminale che c'è in quell'area. Lo ha detto ieri il ministro dell'Interno Marco Minniti intervenendo nella sede della Fnsi (Federazione nazionale della stampa) all'incontro con i vertici del sindacato giornalisti e con i cronisti sotto scorta sul tema delle minacce ai giornalisti.  Minniti ha definito l'aggressione alla troupe Rai «una questione gravissima per il momento in cui è avvenuta, è stata una sfida fortissima e drammatica alla libertà d'informazione». E poi anche perché «si è in una competizione elettorale, che è il momento più sacro dove l'informazione dev'essere garantita. In quella sfida così tracotante (riferimento all'aggressione di Spada al giornalista della Rai, ndr) c'era il senso di impunità. Ed è importante che sia stato rapidamente punito, è importante che mentre prosegue la competizione elettorale lui sia in galera. La democrazia è fatta anche di queste cose». Minniti ha inoltre sottolineato che «la Procura ha agito con coraggio e intelligenza nella interpretazione del codice penale», riferendosi a Spada.

In piazza per la libertà d'informazione
E oggi a Ostia  in piazza Anco Marzio si svolgerà la manifestazione a tutela della libertà di stampa. «Andremo soltanto con la penna e la carta costituzionale»: ha spiegato il presidente della Fnsi, Giuseppe Giulietti.

VALERIA BOBBI

Fatti&Storie