Fatti&Storie

Record nei musei statali la cultura va all’incasso

musei

ROMA Dopo l’anno record del 2016, con 45,5 milioni di visitatori e circa 175 milioni di euro di incassi, il 2017 conferma un trend di crescita significativo dei musei statali italiani: tra gennaio e settembre i visitatori sono cresciuti del 9,4% mentre gli introiti sono aumentati del 13,5%. Lo rende noto il Mibact, sottolineando che questa tendenza «fa prefigurare il possibile raggiungimento di un altro record per il 2017: 50 milioni di visitatori». Sempre considerando i primi mesi del 2017, è interessante osservare come i principali “attrattori” abbiano mantenuto uno sviluppo costante: per il Colosseo si è registrato un +10,2% di visitatori e un +9,3% di incassi, per le Gallerie degli Uffizi i visitatori sono aumentati del 14,6%, mentre gli introiti del 15,1%; ma anche la Pinacoteca di Brera con un 12,7% di visitatori e un +16,6% di incassi e la Galleria dell’Accademia di Firenze, con un +11,3% di visitatori e un +11,8% di incassi, hanno mantenuto un ottimo trend.

Un grande balzo

«Tra il 2013 e il 2016 si è registrato nei musei statali un aumento del 18,5% dei visitatori - sottolinea il Mibact - passati da 38,4 milioni nel 2013 a 45,5 nel 2016. Anche gli incassi sono aumentati nello stesso periodo: +38,4%, passando dai 126,4 milioni del 2013 ai 174,9 del 2016». I migliori sono stati la Gnam di Roma (+84% di visitatori), le Gallerie dell’Accademia di Venezia (+83,2%) e il museo di Capodimonte (+55%).

METRO

Articoli Correlati
Fatti&Storie
Uranio impoverito