Sport

Italia disastrosa E' l'addio al Mondiale

Calcio

CALCIO San Siro non è bastato. L’Italia, per la prima volta dal 1958, non parteciperà ai prossimi Mondiali. Contro la Svezia, dopo la sconfitta di venerdì (1-0), gli azzurri non sono andati al di là dello 0-0. Finisce qui  il sogno azzurro. Più che sbiadito, evaporato. Nel non gioco e nell’improvvisazione, contro una squadra scarsa perché tale va considerata la Svezia: non solo senza Ibrahimovic, ma pure senza un top player. Serata finita peggio e cominciata peraltro male, con i fischi all’inno svedese: italiani brutta gente, nella circostanza. Poi, via con la battaglia: azzurri ovviamente aggressivi e propositivi, svedesi rintanati davanti a Olsen e avanti così. L’Italia reclama subito un rigore per fallo su Parolo, gli ospiti addirittura due per altrettanti falli di mano di Darmian e Barzagli. Bonucci si fa male al ginocchio destro ma resiste, a differenza di Johansson che aveva già abbandonato la contesa. Buffon guarda, Jorginho ogni tanto inventa, Gabbiadini prova a rendersi utile: il finale di tempo è tutto azzurro, Granqvist salva quasi sulla linea una conclusione di Immobile, poi un paio di mezze mischie vengono sbrigliate dallo stesso numero uno svedese. A metà gara, quindi, l’Italia vede da vicinissimo il burrone: è quindi seguita una ripresa di nuovo caratterizzata dal ‘tutti avanti’, con Belotti, El Shaarawy e infine Bernardeschi buttati in campo (Insigne no: misteri del credo venturiano) senza però che nulla cambiasse. Un epilogo imbarazzante, alla fine. Con Olsen che diceva no a El Shaarawy, Buffon a cercare gloria in attacco e Ventura con le mani in tasca: il ct pagherà ma intanto l’Italia del calcio è affondata.

DOMENICO LATAGLIATA

Articoli Correlati
Sport