Fatti&Storie

Omicidi con pugnale Fermato un 35enne

Cronaca

ROMA Fermato dalla Polizia di Stato un 35enne romano, con precedenti per tentato omicidio e reati contro il patrimonio, sospettato di aver ucciso una giovane transessuale all'Eur la notte di giovedì scorso. L'uomo era evaso proprio giovedì dagli arresti domiciliari che stava scontando a  Ostia Antica, disfacendosi del braccialetto elettronico. Il trans 27enne era stato trovato morto all'interno del Parco Rosati. La vittima era stata colpita  al torace da una coltellata. Il 35enne  è stato rintracciato sabato pomeriggio. È stato  interrogato, quindi fermato per i reati di evasione, rapina ed omicidio. Sono in corso indagini al fine di accertare le responsabilità dell'arrestato in merito ad un secondo omicidio commesso con le medesime modalità nei confronti di un 20enne nordafricano,  avvenuto all'interno di uno stabile abbandonato in zona Tiburtina.  Il fermato avrebbe ammesso di aver incontrato la trans, credendo fosse una donna. Scoperto che non era così  avrebbe chiesto indietro i soldi pattuiti per la prestazione sessuale, e ne è nata una lite. Ma il 35enne nega di averla uccisa. Quanto alla seconda  vittima, il sospettato avrebbe passato con lui una “notte brava” all'insegna di alcol e droga.  Il filo rosso che unisce entrambi gli omicidi, riferiscono gli inquirenti, sono le modalità: tutte e due le vittime sono state uccise da una pugnalata al cuore.

METRO

Articoli Correlati
Fatti&Storie
Uranio impoverito