Fatti&Storie

Il dragone del consumismo fa il pieno sul web

Cina

CINA Il gigante dell’e-commerce cinese, Alibaba, sbanca ancora nel giorno della “Festa dei single”, diventata un evento on line atteso da centinaia di milioni di consumatori in Cina, registrando un volume commerciale lordo di 25,4 miliardi di dollari (168,2 miliardi di yuan) in 24 ore. Oltre un miliardo di dollari all’ora, un dato che polverizza il record già impressionante dello scorso anno, quando l’ammontare degli ordinativi si era fermato a 17,8 miliardi di dollari.

Superata ogni stima

Nei primi due minuti dell’iniziativa, Alibaba aveva già registrato ordini per un miliardo di dollari ed era arrivata a quota dieci miliardi di dollari nel giro di un’ora: ritmi che eclissano eventi analoghi negli Stati Uniti, come il “Black Friday” o il “Cyber Monday” e che superano anche le stime più ottimiste, come quelle di Citigroup, che aveva preventivato un volume di vendite attorno ai 24 miliardi di dollari. Circa il 90% delle transazioni sono avvenute via smartphone. Nike, il produttore cinese di dispositivi mobili Xiaomi e il gigante giapponese dell’abbigliamento Uniqlo sono stati tra i brand protagonisti della maratona dello shopping di quest’anno, che ha segnato un aumento dei volumi del 39% rispetto al record del 2016 e che viene osservata attentamente come un barometro della capacità di spesa e dei gusti della crescente classe media cinese, dal 2015 numericamente superiore a quella degli Usa, secondo un rapporto di Credit Suisse. La “Festa dei single” dell’11 novembre, così chiamata per la ricorrenza di soli numeri uno nella data, è diventata l’evento più noto internazionalmente per lo shopping on line in Cina da quando Alibaba l’ha trasformata in una sorta di anti-San Valentino. All’evento di quest’anno hanno partecipato circa 140 mila marchi per un totale di 15 milioni di prodotti in offerta sulle piattaforme del gigante cinese dell’on line creato da Jack Ma.

Estensione globale

L’evento viene tradizionalmente preceduto da un gala di presentazione al quale partecipano anche star internazionali del cinema o dello sport. Quest’anno, tra le star in passerella c’erano l’attrice Nicole Kidman e il rapper Pharrell Williams. Per Alibaba l’obiettivo ora è quello di trasformare la “Festa dei single” in un avvenimento «più globale», ha dichiarato il Ceo del gruppo, Daniel Zhang, aprendo alla possibilità di tenere all’estero l’annuale evento mediatico che precede la giornata di super shopping cinese.

L'esterofilo conquista l’Italia

Se la “Festa dei single” è ormai sbarcata telematicamente da Pechino in Italia, sta per tornare nei negozi nostrani anche l’americanissimo “Black friday”. «Come molte altre mode esterofile (si pensi ad Halloween) anche questa sta dilagando nella nostra economia - commenta Vincenzo Donvito, presidente Aduc - divertente e interessante, ma non facciamoci fregare. Prendiamo solo ciò che ci serve e ci piace. Se qualcosa non ci convince ricordiamoci che le offerte ormai ci sono sempre».

METRO

Articoli Correlati
Fatti&Storie
Uranio impoverito