Sport

Azzurri carichi la Svezia è nel mirino

Calcio

CALCIO Vincere e vinceremo. Lo ha già detto Giampiero Ventura a proposito dei play off verso Russia 2018, lo ha ribadito ieri il gran capo del calcio italiano, Carlo Tavecchio: «la cosa più importante è che andiamo in Svezia a vincere». Per l’Italia è il momento di buttare il cuore oltre l’ostacolo, in via Allegri a Milano (sede della Federcalcio) l’ipotesi di non andare in Russia non è contemplata. «Voglio morire sul campo per giocare questo mondiale- ha detto ieri Alessandro Florenzi - e daremo il 150%  per andarci». Belle parole: ma come tradurle in realtà?

Verso il 3-5-2
Gli azzurri ieri a Coverciano sono stati impegnati nella seconda giornata di lavoro: quasi certamente l’Italia tirerà fuori dal cassetto il  3-5-2, con Immobile e Zaza davanti. La Svezia gioca con il 4-4-2 ma lo fa da sempre: l’Italia non può improvvisare lo stesso modulo per giocare a specchio, ma non può nemmeno mettersi sulla ruota della fortuna con il 4-2-4 che non ci ha portato granchè fortuna. L’alternativa sarebbe, semmai, il passare al 3-4-1-2.
   Dal canto loro, gli svedesi per ora ostentano una velata sicurezza. «Siamo molti forti in casa a Stoccolma - ha detto il ct  Andersson, -non abbiamo mai perso, ne abbiamo pareggiata una e vinte cinque». A buon intenditor, poche parole.

METRO

Articoli Correlati
Sport