Sport

La Juventus è opaca ma torna seconda

Calcio

CALCIO Il piccolo Benevento ci ha provato. E ha sognato per mezzora. Godendosela davvero, passando addirittura in vantaggio allo Stadium con Ciciretti, bravo a gelare la Juventus e a punire l’imperfetta barriera piazzata da Szczesny dopo una ventina di minuti scarsi. Siccome però anche i sogni più belli finiscono, la ripresa ha riportato le cose al loro posto. La Juventus di questi tempi - pur approssimativa -  ha segnato due reti (colpendo anche altrettanti pali, con Douglas Costa) e portato a casa i tre punti d’ordinanza: prima una girata mancina di Higuain e poi con un colpo di testa ravvicinato di Cuadrado, fino a quel momento tra i peggiori in campo al pari dell’assist man Alex Sandro. Per Allegri, le buone notizie finiscono qui anche se la classifica è tornata quasi perfetta: due punti recuperati al Napoli e sorpasso nei confronti dell’Inter, primato a una sola lunghezza e tanti saluti agli spaventi con cui era cominciato il pomeriggio. Insomma: la Signora ha festeggiato il suo 120esimo compleanno con qualche patema di troppo, ma tanto basta. «Ai ragazzi faccio comunque i complimenti perché, rispetto al passato, sono rimasti lucidi anche quando pareva che la palla non volesse entrare - ha spiegato il tecnico Allegri -. Detto questo, c’è parecchio da migliorare perché in alcuni momenti restiamo passivi e non riusciamo a gestire il pallone. La classifica? Ci siamo riavvicinati al Napoli: era doveroso farlo prima della sosta”. Eccolo, allora, il bicchiere mezzo pieno.

DOMENICO LATAGLIATA

Articoli Correlati
Sport