Spettacoli

Movement Torino Festival apre le danze con Apollonia

Musica/Torino

TORINO  Due serate, quattro palchi, venti ore di musica, oltre quaranta dj. Siamo arrivati alla dodicesima edizione del Movement Torino Festival, punto di riferimento importante per gli amanti dell'elettronica. L'appuntamento è per domani (dalle 20) e per martedì 31 (dalle 18) al Lingotto, dove si svolgeranno i “main events” che dureranno fino alle 6 del mattino (biglietti da euro 36.50). 

Imponente il cast che comprende il trio francese Apollonia (formato da Shonky, Dan Ghenacia e Dyed Soundorom); Jeff Mills, pioniere del suono Detroit Techno; Sven Väth, re della techno tedesca; il veterano Derrick May e molti altri.

Tra le novità ci sarà “Halloweek”, una settimana dedicata alla cultura e alla musica elettronica del presente e del futuro e alle arti digitali con esclusivo live electro-nu jazz all’Aeroporto di Torino Caselle, due giornate di workshop al Politecnico e il concorso StudioStage dedicato ai talenti emergenti (www.movement.it).

Stasera, intanto, allo Spazio211 si terrà il primo appuntamento con la rassegna di musica indipendente Indi(e)avolato, ospiti Joe Victor e Buzzy Lao, mentre al FolkClub potremo ascoltare Maria del Mar Bonet, grande cantante catalana e voce del Mediterraneo, che festeggerà 50 anni di palco (ore 21.30, euro 25/13). 

Per chi ama i giovani cantautori domani la scelta è fra Joan Thiele all'Astoria e Nicolò Carnesi alle Officine Ferroviarie, mentre il Blah Blah punta sul rock con Black Wings Of Destiny & If I Die Today (oggi) e gli svedesi Demons (domani). 

DIEGO PERUGINI

 

Articoli Correlati
Spettacoli