Spettacoli

Omar Pedrini in tour parte dall’Alcatraz

Milano/Musica

MILANO È un nome di culto del rock italiano, prima coi Timoria e ora da solista. Omar Pedrini riparte in tour e giovedì all'Alcatraz (ore 21, euro 17.25; ospite Dargen D'amico) terrà il primo dei suoi quattro concerti in altrettanti importanti club italiani. Artista estroso ed eclettico, nella sua carriera ha fatto di tutto, musicista, poeta, showman, autore e conduttore radio e tv, attore e docente universitario.

Di recente ha anche pubblicato il romanzo “Cane Sciolto”, che racconta la sua intensa biografia, fatta di coraggio, scelte in controtendenza, problemi di salute e momenti difficili. Non a caso lo chiamano “Il guerriero”, perché  non molla mai. E anche Zio Rock, per il suo ruolo di guida per molti ragazzi alle prime armi.

Giovedì Omar proporrà un live antologico, in cui ci saranno brani dei Timoria e dei suoi lavori solisti, con particolare attenzione all'ultimo uscito, “Come se non ci fosse un domani”, disco dagli energici suoni anni Settanta, con collaborazioni illustri, da Lawrence Ferlinghetti e Ian Anderson dei Jethro Tull.

Dal cd è tratto il recente singolo “Un gioco semplice”, firmato dall'ex Oasis Noel Gallagher: «M'è arrivato come un regalo inaspettato da Noel, con il permesso di fare il testo italiano, una grande emozione!», spiega. Il video è il frutto di un esperimento ed è stato girato con i cellulari da 50 ragazzi, scelti dal fan club di Pedrini.

Nell'attesa, ecco per stasera e domani al Blue Note la famosa cantante jazz Dee Dee Bridgewater, mentre alla Salumeria della Musica arriverà, per la prima volta in Italia, l'asso del blues Matt Andersen. Al Fabrique, invece, ritroveremo i CNCO, boy-band latina del momento e fenomeno internazionale grazie all'album di debutto “Primera Cita”. 

DIEGO PERUGINI

 

Articoli Correlati
Spettacoli