Fatti&Storie

Scende il Pm10 Euro 5 liberi di circolare

TORINO/SMOG

AMBIENTE Il blocco del traffico «non è inutile. Anzi. È una misura emergenziale di contenimento. In questi giorni abbiamo visto che il Pm10 si è arrestato e, in alcuni casi, si è addirittura abbassato di qualche punto». E quanto ha scritto ieri la sindaca Appendino su Fb, circa le polemiche sullo stop alle auto diesel. Intanto il vento forte di questi giorni ha scongiurato il blocco degli Euro 5 per  oggi, grazie al Pm10 rimasto sotto il valore di 50 mg/m³. Stop quindi solo a Diesel Euro 2, euro 0 benzina, gpl e metano. «Ogni qualvolta lo smog si ripresenterà oltre le soglie di sforamento, sarà necessario intervenire. Chiaramente speriamo di doverlo fare il meno possibile», ha chiarito la Sindaca, invitando la cittadinanza a usare la bici e il trasporto pubblico. Invito che venerdì dovrà fare i conti lo sciopero dei mezzi pubblici: 4 ore di astensione tra le 15 e le 19 per bus e tram, e dalle 16 alle 20 per quanto riguarda la metro.

Intanto non si fermano le polemiche per il via libera dato agli Euro 5 domenica notte. Per tutta la giornata gli occhi erano stati puntati sui dati che arrivano dalle centraline che per la maggior parte del tempo avevano registrato valori superiori ai 50 mg/m³. Poi alle 18 dall’Arpa era giunta la notizia che i valori erano scesi. Da qui la decisione di revocare il blocco: peccato che i valori andassero letti nella media giornaliera, mentre è stato preso in esame un solo ultimo dato. La voce più critica quella di Legambiente, che aveva stigmatizzato la scelta: «quello non è un dato previsionale, ma è stato registrato in una delle 18 ore della giornata. Alla fine della giornata si sarà arrivati a una concentrazione media di 80 mg/m³, ampiamente sopra i limiti», aveva dichiarato. Come in effetti è avvenuto. SIMONA LORENZETTI

Articoli Correlati
Fatti&Storie