Spettacoli

Con Decouflé alle Fonderie la danza sposa la magia

SPETTACOLI TORINO

TEATRO Un mago ed illusionista nel mondo della danza. Così è considerato a livello internazionale il coreografo francese Philippe Decouflé che porterà in scena, in prima italiana, per il Torinodanza Festival, dal 27 al 29 ottobre, il suo “Nouvelles pièces courtes” alle Fonderie Limone di Moncalieri. Noto per il suo talento di coreografo e la sua abilità nel trasformarsi in maestro di cerimonia per le Olimpiadi e altri grandi eventi spettacolari, Decouflé, classe 1961, è da sempre vicino al mondo del circo contemporaneo. Allievo di Marcel Marceau, Alwin Nikolaïs e Merce Cunningham, rivendica anche di essersi formato sui fumetti, sulle commedie musicali, sulle coreografie Bauhaus di Oskar Schlemmer, esperienze che si ritroveranno anche in questo spettacolo costruito su pezzi brevi. «Da George Balanchine a Merce Cunningham e Martha Graham, passando per Alwin Nikolaïs, i coreografi americani che mi hanno influenzato-, ha confessato Decouflé, -hanno messo in scena, quasi sempre, spettacoli modulari composti da brevi pezzi. Credo che questo sistema si adatti bene alla danza, in cui la scrittura è spesso più poetica che narrativa, e dove il format deve essere adattato al soggetto. Infine, e forse in modo ancora più netto, la passione per queste pièce mi viene dal rock ’n’ roll: pezzi veloci ed efficaci, che guadagnano in potenza quel che perdono in durata”. In scaletta anche “Pièce japonaise”, un omaggio al Giappone con citazioni del Kabuki e della pittura di Hokusai (Info: torinodanzafestival.it).
ANTONIO GARBISA

Spettacoli