Fatti&Storie

Madrid commissaria: autonomia sospesa

catalogna

 Il premier spagnolo, Mariano Rajoy, ha annunciato l'attivazione della procedura per l'applicazione dell'articolo 155 della Costituzione, che sospenderà l'autonomia della Catalogna. Dopo la scontata ratifica da parte del Senato, le funzioni della Generalitat saranno sospese e lo stesso Rajoy ha fatto sapere che convocherà nuove elezioni entro 6 mesi. 

L'articolo 155.  "Non era nostra intenzione applicare articolo 155", ha detto il premier spagnolo al termine della riunione straordinaria del governo per stabilire i termini dell'applicazione delle norme della Costituzione in seguito alla scelta indipendentista della Catalogna. Si tratta di un articolo, ha precisato Rajoy, che si applica soltanto "in circostanze eccezionali" come quelle di questo momento in Catalogna. Severo con il governo della Catalogna, il premier spagnolo, Mariano Rajoy, ha mandato un messaggio tranquillizzante alla popolazione catalana, parlando di un momento "difficile" e "complicato", che però "tutti insieme" riusciremo a superare: "Tutto si aggiusterà, senza maggiori danni per nessuno". Il premier ha anche invitato le imprese a non lasciare la regione e a non ritirare i fondi dalle banche.

Consiglieri congelati. Il governo spagnolo congelerà le funzioni del presidente e del vicepresidente della Generalitat catalana Carles Puigdemont e Oriol Junqueras. L'atto avviato dal premier spagnolo Mariano Rajoy bloccherà l'intero consiglio catalano, gli assessori della regione autonoma si chiamano consiglieri e Madrid avrà tutte le competenze tranne quelle amministrative più comuni. I colpiti dal provvedimento, che dovrà passare da un voto del Senato e delle relative deleghe sono: Carles Puigdemont. Presidente. - Oriol Junqueras. Vicepresidente (Economia e Industria). - Jordi Turull. Consigliere della presidenza e portavoce. - Raul Romeva. Consigliere per gli Affari esteri e Relazioni istituzionali e trasparenza. - Josep Rull. Consigliere per il Territorio e la Sostenibilità. - Clara Ponsatì. Consigliera per l'Istruzione. - Meritxell Borras. Consigliera per la Pubblica amministrazione. - Antoni Comi'n. Consigliere per la Salute. - Dolors Bassa. Consigliere per il Lavoro, affari sociali e famiglia. - Joaquim Forn. Consigliere dell'Interno. - Llui's Puig. Consigliere per la Cultura. - Santi Vila. Consigliere allo sviluppo economico. - Carles Mundo. Consigliere per la Giustizia. - Meritxell Serret. Consigliere per Agricoltura pesca e alimentazione. 

L'articolo 155.  L'Articolo 155 della Costituzione, insieme al titolo VIII sull'organizzazione del territorio dello Stato, costituisce il modo con cui lo Stato Spagnolo tutela ciò che è espresso nell'articolo 153 della Costituzione che parla del ruolo delle Comunità Autonome Spagnole. Questo articolo dice che se un governo regionale non rispetta i suoi obblighi o "agisce in modo da minacciare seriamente l'interesse dell'intera Spagna", allora Madrid "può intraprendere le necessarie misure per obbligarla in modo coatto ad adeguarsi o a proteggere tale generale interesse". In sostanza, l'articolo 155 stabilisce che lo Stato, in questo caso il governo di Madrid, può assumere "il controllo di istituzioni politiche e amministrative della regione ribelle".  Secondo i costituzionalisti le misure possibili vanno dalla "sospensione del governo regionale al sottomettere i Mossos d'Esquadra (la polizia catalana) agli ordini del ministero dell'Interno centrale", sino alla "chiusura del parlamento regionale e la convocazione di elezioni regionali anticipate.

Articoli Correlati
Fatti&Storie
Uranio impoverito