Motori

Ecco Seat Arona la sorellina dell'Ateca

Auto

AUTO Dopo la Ateca, il suo primo Suv di “taglia” media, Seat lancia ora la più compatta Arona, che precede di un anno un altro modello, il più grande dei tre, destinato a completare l’offerta di modelli a “guida alta”. Già ordinabile a prezzi a partire da 16.950 euro, l’Arona si inserisce in un settore fra i più competitivi in Europa, con avversarie del calibro della Renault Captur, della Nissan Juke, della Ford EcoSport e la Fiat 500X e dove stanno arrivando debuttanti altrettanto agguerrite come la Citroen C3 Aircross, la Hyundai Kona, la Kia Stonic e la “cugina” Volkswagen T-Roc. La nuova Arona sfrutta le sinergie offerte dal Gruppo Volkswagen di cui fa parte utilizzando la piattaforma base delle ultime generazioni di Ibiza e Polo, oltre a puntare su design e dinamica, secondo l’immagine e i contenuti tipici di tutte le Seat. La “formula” Crossover della nuova Arona propone tratti personali, oltre che sportiveggianti con 68 diverse possibilità di abbinamenti bicolore per la carrozzeria, senza trascurare lo spazio per passeggeri e bagagli superiore a quello delle tante berline, pur con una lunghezza di soli 4,14 metri. Allestimenti ed equipaggiamenti, poi, offrono quanto di meglio, con assistenza alla frenata di serie su tutte le versioni e cruise control adattivo, riconoscimento per la stanchezza del guidatore, Rear Traffic Alert, più un infotainment compatibile con AppleCarPlay, Android e Mirror Link. La Arona è però offerta solo a trazione anteriore l’ideale per il motore di accesso alla gamma, il tre cilindri 1000  benzina, proposto in due livelli di potenza, da 95 o 115 CV. In gamma seguiranno poi un 1500 cc da 150 CV sempre per la versione FR e due turbodiesel 1600 cc da 95 e 115 CV oltre ad un 1000 cc a metano da 90 CV, l’unico per ora disponibile nella categoria.

CORRADO CANALI

Articoli Correlati
Motori