Sport

Chelsea-Roma Di Francesco vuole una vittoria

Champions League

CALCIO Una vittoria contro il Chelsea a Londra per ridare smalto e prospettive alla sua Roma dopo le ultime disavventure in campionato. Stasera contro il Chelsea (diretta Premium, ore 20.45) mister Di Francesco vuole una Roma robusta e di personalità. Certo dalle parti del Big Ben (distante solo qualche fermata dalla casa dei Blues) si annuncia un esame di quelli duri per i giallorossi, anche considerata la tradizione romanista non esattamente positiva in Inghilterra e soprattutto a Londra dove, tra le varie visite a Chelsea, Arsenal e Fulham, la Roma non ha mai vinto. A togliere il sonno al tecnico abruzzese, poi, c’è la continua emergenza infortuni (l’ultimo, quello di Manolas, ko tre settimane) e le condizioni non ottimali di molti altri calciatori.
Conte è preoccupato
Bontà sua, Conte dice di vedere «entusiasmo e grande partecipazione da parte dei giocatori della Roma, e questo mi preoccupa». Lui viene dopo due indigesti ko in campionato, complici anche gli infortuni: stasera mancheranno Kantè, Drinkwater e forse Moses, mentre Alvaro Morata ci sarà.
Di Francesco ci crede
«Non firmerei per il pareggio anche se giochiamo in un campo proibitivo: noi siamo arrivati qui per giocarcela». Le parole di Eusebio di Francesco sono tutte un programma. «Sicuramente voglio un approccio differente, più combattivo dall’inizio, rispetto al match contro il Napoli, sapendo che c’è un’altra squadra che metterà in campo un approccio feroce, avendo perso contro l’ultima in classifica (il Crystal Palace, ndr)». L’allenatore giallorosso non si sbilancia sulla formazione, ma i conti sono presto fatti: rientrano  Strootman ed El Shaarawy, confermato il tridente Florenzi-Dzeko-Perotti. In difesa la scelta dei centrali è scontata: Juan Jesus-Fazio. Conte schiererà il 3-4-3. «La cosa più importante in questo momento, comunque, è preparare la partita per conquistare i tre punti. Il Chelsea è una squadra forte, anzi fortissima. Ma per crescere bisogna puntare sempre al massimo», ha concluso l’allenatore giallorosso.
METRO

Articoli Correlati
Sport