Fatti&Storie

Don Colmegna e cappuccini ospitano sempre più poveri

Milano

CITTA' Inaugurata ieri in piazzale Velasquez, la nuova mensa dell’Opera San Francesco “doppia” quella di corso Concordia. Sarà in funzione da oggi, solo a pranzo, per ora, ed è un altro fiore all’occhiello della Milano che aiuta chi è in difficoltà. Ma non è l’unica notizia sul tema. L’altra, sempre di ieri, è il bilancio della Casa della carità, il primo asseverato da un ente esterno, il Centro per l’Innovazione e lo Sviluppo Economico (5 milioni di entrate e 5 di uscite, 5.893 euro di avanzo). In sintesi è questo: nel 2016, 7.078 persone aiutate e 1.090 quelle accolte, per un totale di 169.991 giorni di ospitalità, il 25% in più dell’anno precedente. Il tutto grazie all’impegno di 121 lavoratori, a 116 volontari e a 16.322 donatori. Sul fronte sociale, nel 2016 la Fondazione ha visto crescere il numero di persone che hanno chiesto aiuto al suo centro d’ascolto: 2.595, a fronte delle 1.991 del 2015 e le 1.639 del 2014. La Casa della carità ha risposto garantendo una doccia e un cambio di vestiti a 4.805 persone, offrendo 2.482 visite mediche e fornendo assistenza legale a 886 persone. Inoltre, più di 650 persone sono state seguite dai progetti portati avanti nelle periferie.

METRO

Articoli Correlati
Fatti&Storie