Fatti&Storie

Dalla scuola Media non si esce più da soli

Scuola

ROMA I genitori con figli che frequentano le scuole medie sono in rivolta. Molti dirigenti scolastici, infatti, stanno diramando circolari che prevedono il divieto per gli under 14 di tornare a casa da soli. Ragazzi e ragazze possono uscire solo se ad attenderli ci sono madre, padre o un delegato riconosciuto. Bandita qualsiasi “liberatoria” firmata dalle famiglie. La “stretta” deriva da una sentenza della Cassazione che lo scorso maggio ha condannato una scuola e il Miur per la morte di uno studente investito da uno scuolabus. Il richiamo è al Codice penale, secondo il quale per i minori di 14 anni è prevista una «presunzione assoluta di incapacità» e dunque «chiunque abbandona una persona minore di anni 14 della quale abbia la custodia o debba avere cura, è punito con la reclusione da sei mesi a cinque anni».

Genitori in difficoltà

Ora la decisione dei presidi rischia di mettere in difficoltà i genitori e in campo sono scesi anche esperti di pedagogia che sostengono come il taglio di autonomia vada a discapito della crescita degli adolescenti. Intanto la ministra Fedeli ha firmato il decreto che cambia l’esame di terza media. Tra le novità: maggiore attenzione alla valorizzazione del percorso fatto durante il triennio di studi; la partecipazione alle prove Invalsi diventa requisito d’ammissione all’esame (ma non incide sulla votazione), lo svolgimento è anticipato ad aprile e a italiano e matematica si aggiunge l’inglese.

METRO

Articoli Correlati
Fatti&Storie