Fatti&Storie

A Torino 27 mila bambini non vaccinati

TORINO

TORINO cMigliorano le condizioni della bambina di sette anni ricoverata all’ospedale infantile Regina Margherita per una sospetta infezione da tetano. Nelle prossime ore dovrebbero arrivare gli esiti degli esami. E questo, nonostante la paziente sia già stata sottoposta alla profilassi contro il batterio.

«Non vogliamo che la nostra storia venga strumentalizzata», dicono i genitori della bimba. Ma nè lei, nè il fratellino di 10 mesi il fratellino di dieci mesi, sono mai stati vaccinati. I loro nomi comparirebbero, quindi, nell’elenco dei 27 mila bambini torinesi, di età fino ai 16 anni, che non hanno effettuato i vaccini obbligatori. Il Dipartimento di Prevenzione dell’Asl Città di Torino, come da procedura per gli inadempienti, ha spedito una lettera ai genitori, convocandoli il 25 ottobre. Resta da stabilire se decideranno di presentarsi o meno. Se prima del decreto Lorenzin, chi decideva di non sottoporre il proprio figlio ai vaccini doveva firmare un rifiuto informato, oggi incorre in una sanzione. E sul tema è intervenuto anche l’assessore regionale alla Sanità, Antonio Saitta:  «Le vaccinazioni sono un atto di responsabilità verso figli e comunità. L’obbligo deriva dalla necessità di difesa della salute, a partire dei più deboli».

SIMONA LORENZETTI

Articoli Correlati
Fatti&Storie