Sport

Berlusconi boccia Montella e fascia a Bonucci

Calcio

CALCIO In un certo senso, il presidente resta sempre lui. E secondo il Corriere della Sera, l'ex numero uno del Milan Silvio Berlusconi ha già parecchi bocciati per questa crisi rossonera. A partire dall'allenatore Montella: «Volevo che sulla panchina restasse Brocchi. Ma ero in un letto d’ospedale, tra la vita e la morte. E mi dissero Montella». Male, secondo il Corriere, pure il mercato ("Non ho capito la campagna acquisti") e la scelta di Bonucci, ex bandiera Juve, come capitano.
Al netto di questo, secondo il giornale di Via Solferino, i pensieri di Berlusconi restano "costruttivi" e non solo graffi tanto per far male: anche per non mancare di rispetto alla nuova proprietà cinese. A partire dal giudizio sul tecnico Montella: «Spiegatemi come possono finire spesso in panchina Suso e Bonaventura, che sono poi i due calciatori tecnicamente più dotati» avrebbe confidato l'ex presidente ricordando anche che di fronte ai suoi consigli l'attuale tecnico rispondeva: «Sì presidente, ma la formazione la faccio io».

Perplessità anche sul mercato. «Non si era mai visto in una squadra il cambio di undici giocatori. Con tutti quei soldi, non si poteva acquistare un top player?». E non è migliore (per usare un eufemismo) l'opinione sulla scelta del capitano: «È stata data la fascia da capitano a un calciatore che è stato per anni la bandiera della Juventus» sostiene Berlusconi che pure apprezza l'uomo e il calciatore.

Presidente o no, in casa rossonera le parole di Berlusconi fannos empre rumore.

METRO

Articoli Correlati
Sport