Sport

Pique e quell'equilibrio tra Spagna e Catalogna

Calcio

CALCIO E bravo Pique. Il difensore del Barca ieri ha ritrattato le sue premure indipendentiste dopo essere diventato la persona più impopolare della Spagna (dopo il presidente Rajoy, forse). «Sono orgoglioso di giocare con la Spagna», ha detto Pique, «i dubbi nei miei riguardi mi fanno male». Il difensore, che è un indipendentista, fiero delle radici catalane, ha negato contrasti con lo “spagnolo” Ramos.

Gerard Piqué ha difeso la sua posizione vicina alla causa indipendentista catalana, affermando che essa non gli impedisca di giocare nella nazionale spagnola, e ha chiesto di puntare sul dialogo per risolvere la crisi legata al referendum sull'indipendenza della Catalogna. «La mia posizione non è incoerente. Estremizzo, anche se non è il mio caso, credo che un indipendentista possa giocare nella nazionale spagnola, perché non esiste quella catalana e un indipendentista non ha niente contro la Spagna», ha affermato il difensore del Barcellona in conferenza stampa, in cui ha più volte ripetuto la parola «dialogo».

METRO

 

METRO

Articoli Correlati
Sport