Spettacoli

Marillion: Impariamo a guardarci nel cuore

Steve Hogart/Marillion

MILANO Sono in giro da tanti anni, con un suono che affonda nella lezione del rock progressivo anni Settanta ma con lo sguardo aperto sul presente. Stasera agli Arcimboldi (ore 21, da euro 25) arrivano i Marillion, che suoneranno i loro vecchi classici e numerosi brani dall’ultimo album “FEAR” (acronimo di Fuck Everyone And Run), disco molto critico sulla società contemporanea. «Chissà cosa ci riserva il futuro? Lasceremo un mondo molto buio per i nostri figli, smettiamo di contare i nostri soldi e guardiamoci nel cuore» esorta al proposito il cantante-leader Steve Hogart.

Il gruppo britannico, tra i pionieri del crowfunding, ha un forte legame coi propri fan e una pessima opinione delle major discografiche: «Ogni artista nel corso della propria carriera commette diversi sbagli, inutile pensare di evitarli. Però alcuni errori ti segnano a vita e stai bene attento a cercare di non compierli nuovamente. Come, per esempio, firmare per una major discografica alle loro condizioni!» conclude il chitarrista Steve Rothery.

In alternativa, ecco allo Spirit De Milan l’accoppiata Cristina Donà & Massimo Priviero per i Rock Files live! di LifeGate, mentre al Blue Note ci sarà il cantautore Joe Barbieri con “Origami” e al 55 Mauro Pina presenterà “L’ho scritto io”.

Nel pomeriggio il pianista e compositore Remo Anzovino presenterà il suo quinto album “Nocturne” alla Feltrinelli di piazza Piemonte, ore 18.30, e si esibirà in uno showcase al pianoforte. 

 

DIEGO PERUGINI

Spettacoli